FAI: i luoghi del cuore 2018

FAI: i luoghi del cuore 2018

Dal 30 maggio al 30 novembre vota i luoghi che ti hanno emozionato e salvali

Luoghi del cuore è un modo di dire entrato ormai nel lessico comune e utilizzato abitualmente per indicare luoghi unici, una mappa variegata e sorprendente formata da siti per noi speciali perché legati alla nostra identità e alla nostra memoria. Piccoli o grandi, famosi o sconosciuti, questi luoghi ci emozionano e raccontano la nostra storia personale: un sogno, una scoperta, una gioia, un rifugio. Vederli in stato di degrado o di abbandono, senza la cura necessaria a proteggerli o un’adeguata valorizzazione per farli conoscere, ci rattrista, ci ferisce ma ci fa anche impegnare e lottare per offrirgli un futuro.

Ora torna l’opportunità che tanti italiani aspettano per dare concretezza a questo impegno e dare voce alle loro richieste e ai loro desideri. Grazie alla 9ª edizione de I Luoghi del Cuore sarà nuovamente possibile votare e cambiare il destino dei luoghi che amiamo!

 

chiusura anno sociale 2017-2018

chiusura anno sociale 2017-2018

Come ogni anno a fine giugno si conclude l’anno sociale dell’Associazione Aringo Club iniziato lo scorso 1 luglio. E come previsto dallo statuto, tutti i soci entro tale data dovrebbero versare la quota annuale per essere in regola con i pagamenti e non incorrere in situazioni di morosità.

Mai come quest’anno è importante pagare la propria quota entro la data di scadenza e mettersi in regola con le eventuali quote arretrate! “Sappiamo tutti quale è la situazione delle nostre zone – ricorda il nostro presidente Mauro Scarpellini – ma proprio in questo momento l’apporto di ognuno di noi è indispensabile perché rimanga viva la nostra Associazione, come realtà presente sul territorio, attraverso il mantenimento delle strutture esistenti e la promozione di tutte le iniziative che ci vedono insieme“.

L’Aringo Club fu istituita nei primi anni ’70 proprio per promuovere iniziative a servizio della comunità che migliorassero le condizioni ambientali del paese e offrissero la possibilità a chi vi risiede e vi soggiorna di disporre di spazi in piena autonomia e in sicurezza. Ed ha sempre contribuito in maniera determinante all’organizzazione degli eventi di carattere artistico, culturale, folcloristico e sportivo. Soprattutto l’Aringo Club è stata ed è tuttora promotrice delle manifestazioni che si tengono in paese come le gite turistiche, gli appuntamenti enogastronomici e i festeggiamenti patronali.

Chiediamo pertanto a tutti i soci di confermare ancora una volta la propria fattiva partecipazione all’Associazione e di mettersi in regola con i pagamenti al più presto!

Versare la quota entro il 30 giugno vuol dire continuare a far vivere il nostro paese mantenendo e migliorando le strutture della nostra Associazione a servizio della comunità.

L’importo della QUOTA ANNUALE è ancora pari a € 40,00

Clicca per conoscere le MODALITA’ DI PAGAMENTO

Guarda le nostre REALIZZAZIONI

Registrati per accedere alla pagina GESTIONE ECONOMICA dove è riportato il quadro generale dei pagamenti dei soci con il saldo delle quote aggiornato al 30 aprile 2018

stracalciando 2018

stracalciando 2018

Dopo il successo delle scorse edizioni, torna anche per la prossima estate lo stage di scuola calcio “Stracalciando” ideato e organizzato dall’Associazione Aringo Club. Come per le passate edizioni, lo stage è riservato ai bambini e alle bambine di tutta la zona.
A breve maggiori dettagli

Per info e comunicazioni visita la pagina ufficiale FACEBOOK

amatrice: riapre il corso al traffico veicolare

amatrice: riapre il corso al traffico veicolare

Ieri mattina – venerdì 30 marzo – ha riaperto al traffico veicolare il Corso Umberto I di Amatrice dopo oltre un anno e mezzo dalla notte del terremoto dell’estate 2016. Fino ad ora chi proveniva dalla Salaria, per raggiungere Amatrice doveva passare dalle località di Casale Nibbi e San Benedetto (Lago Scandarello) oppure da Retrosi, allungando così percorso e tempi di percorrenza. Ora si può ripercorrere la vecchia strada che dalla Salaria sale verso la cittadina, passa accanto a dove si trovava il vecchio ospedale Grifoni e da lì proseguire fino al Corso Umberto I per raggiungere la parte alta del paese, dove in questi mesi sono state realizzate le varie strutture provvisorie di emergenza come gli uffici del Comune, il Pass sanitario, i due centri commerciali e i primi insediamenti delle Sae. Più precisamente sulla strada che porta a Poggio Cancelli verso Campotosto,.tra il parco e il vecchio istituto Don Minozzi e oltre fino a Villa San Cipriano dove ora si trovano le scuole provvisorie e il Polo del Gusto. Il divieto resta ancora per alcune categorie come ad esempio i pedoni, le biciclette e i ciclomotori. Resta inoltre per tutto il corso il divieto assoluto di fermata e di sosta e il limite di velocità è di 30 km/h

giornate FAI di primavera 2018

giornate FAI di primavera 2018

Sabato 24 e domenica 25 marzo tornano le Giornate FAI di Primavera:
1.000 luoghi aperti in tutta Italia!

Ogni anno, dal 1993, il terzo weekend di marzo, facciamo una grande festa dedicata alla bellezza di questo Paese. Una festa a cui sono tutti invitati. Una festa a cui, in 25 anni, hanno partecipato oltre 10 milioni di persone che, grazie all’impegno dei nostri appassionati volontari, hanno potuto visitare luoghi speciali.

Quando nel 1993 si svolse la prima edizione delle Giornate FAI di Primavera (50 luoghi aperti al pubblico in una trentina di città) era difficile immaginare che sarebbero diventate uno degli appuntamenti più importanti del panorama culturale italiano. In 25 anni i nostri volontari hanno aperto oltre 11.000 luoghi in 4.700 città e coinvolto oltre 35.000 “apprendisti ciceroni”, studenti delle scuole medie e superiori che accompagnano le visite.

Le Giornate FAI sono diventate dunque un appuntamento ambito, un evento nazionale di grande attrattiva, ma non per questo hanno perduto lo spirito originario: quello di accompagnare gli italiani a scoprire o riscoprire la bellezza che li circonda, che spesso passa inosservata o, peggio, viene dimenticata e deturpata.

Tutti i 1.000 luoghi aperti della ventiseiesima edizione delle Giornate FAI di Primavera 2018