descrizione

La sua posizione si presenta più elevata rispetto ad altre frazioni del comune: la parte più a sud del paese si affaccia sulla piana di Montereale, ben visibile dal Colle dell’Ara o dal Colle della città, da dove si gode un incantevole panorama.
Una delle sue caratteristiche è rappresentata dai numerosi vicoli che si diramano internamente partendo dalla strada principale, la via Picente e dai sentieri e le vecchie mulattiere che si sviluppano esternamente al centro abitato.
I rilievi che si ergono intorno sono per gran parte ricoperti da boschi di cerri, castagni, faggi; tutta la zona è inoltre ricca di corsi d’acqua, soprattutto fiumi, ruscelli e sorgenti.
Il clima è tipico delle località di montagna con ampie escursioni termiche: si va dalle temperature invernali con punte minime di –20° C a quelle estive decisamente più alte che possono superare i 36° C al sole nei periodi più caldi. In ogni caso l’altitudine garantisce sempre condizioni ideali per la bassa presenza di umidità, soprattutto nel periodo estivo.
Caratterizzato in passato da attività legate soprattutto all’agricoltura e alla pastorizia, il paese ha subìto tra gli anni ‘50 e ‘60 un considerevole esodo da parte di molti dei suoi abitanti verso l’allettante benessere delle grandi città. Questo ha portato ad una riduzione di coltivazione dei prodotti naturali tipici di queste zone, come grano, granturco, ceci, lenticchia e farro e ha determinato, insieme alla scomparsa dei numerosi vigneti di un tempo, la perdita delle tante stradine interpoderali presenti in passato.
Secondo una recente stima, attualmente il totale dei residenti sfiora le 50 unità, numero che aumenta notevolmente nei fine settimana e durante i ponti in occasione delle festività, per poi raggiungere qualche migliaio di presenze nel periodo estivo durante il quale si verifica un riflusso vero e proprio verso questa località